user-interface - utente - ui designer cosa fa




Come testate l'usabilità delle vostre interfacce utente (8)

Come testate l'usabilità delle interfacce utente delle vostre applicazioni, siano esse web o desktop? Ti basta buttare tutto insieme e poi modificarlo in base all'esperienza utente una volta che l'applicazione è in diretta? O lo passi a uno specifico team di usabilità per testare prima del rilascio?

Siamo una piccola software house, ma sono interessato alle migliori pratiche su come misurare l'usabilità.

Qualsiasi aiuto apprezzato.


Alcuni dei migliori consigli sui test di usabilità sono disponibili sul sito Web di Jakob Nielsen http://www.useit.com . Egli sostiene ciò che Will ha menzionato - chiedere agli utenti di eseguire varie attività sul tuo sito web o applicazione web e poi sedersi per vedere cosa fanno.

Non interrompere gli utenti facendo domande o guidandoli. Osservali e documenta il loro flusso. È inoltre possibile ottenere hardware e software per eseguire il tracciamento degli occhi e capire cosa cattura l'attenzione degli utenti.

Tuttavia, l'usabilità non dovrebbe iniziare dalla fase di test. Devi avere un'idea generale di ciò che gli utenti generalmente apprezzano e non amano quando fai lo sviluppo. Esistono molti siti Web e libri che descrivono standard e principi di usabilità generalmente accettati.


Mi piace la risposta di Paul Buchheit su questo dalla scuola startup. La versione breve di ciò che ha detto ascolta i tuoi utenti. Ascoltare non significa obbedire ai propri utenti. Prendi il filtro dei dati da tutti i cattivi consigli e ripulisci iterativamente il sito. Mescolare, sciacquare, ripetere.

Se sei un piccolo negozio probabilmente non hai una squadra di persone QA o Usability o qualsiasi altra cosa per passare attraverso il sito. I tuoi utenti saranno comunque quelli che effettivamente usano il sito. Il loro feedback può essere inestimabile.

Se qualcosa è troppo difficile da usare per uno dei tuoi utenti o troppo complesso per capire perché dovrebbero usarlo, allora potrebbe essere lo stesso per 1000 altri utenti. Trova un modo più semplice per realizzare la stessa cosa.

Una volta che hai raccolto tutti questi feedback e hai una lista di cose da fare, fai prima quelli più semplici. In questo modo hai in corso il progresso dell'usabilità.


Prendo spesso nuove interfacce su cui sto lavorando per uno dei nostri addetti all'assistenza tecnica. Hanno sentito ogni lamentela sulle interfacce che potresti mai immaginare, quindi se qualcuno ha intenzione di pensare a potenziali problemi, lo faranno.

Inoltre, e non sto scherzando su questo, spesso prendo la meno alfabetizzata computer che conosco (sei una madre è spesso una buona scelta ... ma prima devono aver usato un computer, altrimenti sarà inutile ) e lasciarli sciolti sull'interfaccia senza istruzioni. Se non riescono a capire dove sono le cose intuitivamente, la tua GUI probabilmente ha bisogno di lavoro. Ricorda, non farli pensare! (sì, so che questo è per il web design, ma si applica)


Quello che mi piace fare è dare a qualcuno un pacchetto di installazione, chiedere loro di eseguire una serie di attività relative al funzionamento dell'applicazione e guardare.

La parte più difficile è tenere la bocca chiusa.


Esistono molti modi per testare l'usabilità di un sistema. Si prega di controllare qualsiasi letteratura disponibile che si possa trovare. Voglio solo insistere sul fatto che il test di usabilità non è così difficile come tu o chiunque altro possa pensare. In un famoso documento intitolato "Un modello matematico del ritrovamento di problemi di usabilità" in INTERACT'93 e CHI'93, J. Nielsen e TK Landauer hanno dimostrato che solo cinque utenti sono sufficienti per trovare la maggior parte dei problemi in un piccolo sistema.

Se non hai modo di leggere questo articolo, prova questo articolo nel sito Web dell'autore: http://www.useit.com/alertbox/20000319.html


Sono un forte sostenitore di ciò che chiamo test di usabilità 3-martini. Quando si progetta un sistema, immagina che la persona che lo utilizzerà abbia appena avuto 3 martini.

Prima di consegnare il sistema ai colleghi (altri programmatori, addetti all'assicurazione della qualità, supporto tecnico) o ai test di usabilità, un test informale con un paio di amici e una bottiglia di vodka (al di fuori del lavoro, ovviamente) possono spesso dimostrarsi istruttivi.


Esistono numerosi metodi per testare o valutare l'usabilità di un'applicazione. Ripartito in metodi qualitativi e quantitativi e in base a quando si prevede di testare.

Inoltre, viene classificato in base al fatto che gli utenti siano coinvolti o che gli esperti eseguano il test.

Per citarne alcuni,

  1. Recensioni degli esperti: l'interfaccia utente o gli esperti di usabilità valutano l'usabilità di un'interfaccia basata su euristiche e principi decisi
  2. Test di usabilità formativa - i flussi di attività sono presi e gli utenti sono forniti con compiti da completare. Il feedback qualitativo viene raccolto in base a ciò che gli utenti sentono i punti critici durante il test. Questa forma di test viene eseguita durante la progettazione per fornire un feedback nel design dell'applicazione.
  3. Test di usabilità sommativa: i flussi di attività vengono eseguiti e gli utenti ricevono le attività da completare. Le prestazioni delle applicazioni in termini di efficienza, efficacia e soddisfazione sono misurate in base al completamento delle attività da parte degli utenti.

La differenza di importanza è se coinvolgi l'utente o un esperto per dirti la differenza nell'usabilità. Più avanti quando fai la valutazione - alla fine del progetto o durante le fasi di progettazione.


È passato un po 'da quando questa domanda è stata attiva per l'ultima volta, ma qui va comunque.

Dall'esperienza:

  • Utilizza sempre Oggettivamente misurabili per decidere se l'usabilità è migliore o meno (tempo necessario per eseguire attività accuratamente selezionate, tempo inattivo, metriche di tipo KLM) qui un logger con key-mouse può essere un prezioso alleato
  • Non andare mai troppo avanti prima di consultare e misurare di nuovo con il tuo cliente (non aggrapparti al prototipo cartaceo ed emergere con il prodotto finito ... che non funziona mai)
  • leggi, leggi, leggi, prova, evolvi
  • Mantieni le cose semplici e ricorda sempre l'attività in corso (perché l'utente ha bisogno dell'interfaccia)
  • prova, prova e prova di nuovo ...
  • Vai sempre in fondo alle richieste dell'utente. Sebbene la casella di controllo richiesta dall'utente in questo particolare punto possa essere la cosa migliore da fare, nasconde quasi sempre un difetto più fondamentale
  • l'utente del sistema (quello che lo usa ... al contrario di quello che lo paga) è il tuo miglior alleato, tienilo dalla tua parte

Non aver mai paura di refactoring del tuo design e di evolvere il tuo sistema. Inoltre, sviluppa anche le tue metriche e le tue misure, ma fai attenzione a non interrompere la continuità delle misurazioni poiché è il miglior segno di progresso oggettivo in un mondo MOLTO soggettivo.

lettura consigliata (diversa da quella precedentemente proposta):

  • Manuale del test di usabilità Jeff Rubin . Un po 'estremo, ma abbiamo giocato attorno a una versione agile del suo approccio e abbiamo scoperto che se avessimo trascorso 30 minuti a settimana con gli utenti avremmo ricevuto molti feedback utili senza essere sommersi da troppe informazioni.

  • stai attento al Sneiderman e Nielsen di questo mondo e altri che potrebbero arrisolarti







usability